Coordinatore della Sezione di Neuroradiologia Interventistica

Dott. Francesco Causin

U.O. Complessa di Neuroradiologia
Direttore responsabile U.O.S. di Angiografia
e Interventistica Endovascolare
Azienda Ospedaliera di Padova
Via Giustiniani, 2 Padova
email: causin65@alice.it

La Neuroradiologia è la branca delle scienze mediche che fornisce indicazioni diagnostiche del Sistema Nervoso e delle sue componenti, quali organi di senso, nervi, arterie e vene cerebrali.
A questo scopo sono utilizzate diverse tecnologie quali la TAC, la Risonanza Magnetica, l’Ecografia, la Radiologia tradizionale e l’Angiografia digitale.
Oltre a questo ambito diagnostico, la moderna Neuroradiologia opera anche in ambito terapeutico eseguendo interventi rivolti alla cura di malattie del Sistema Nervoso.
La particolare anatomia, fisio-patologia e clinica del Sistema Nervoso e la complessità delle tecniche per il suo studio, oggi in particolare evoluzione grazie a nuove tecnologie, rendono questa disciplina affascinante e in continua evoluzione.
Lo studio del funzionamento del SNC e delle sue alterazioni appare essenziale per affrontare e superare le diverse problematiche diagnostiche e terapeutiche che riguardano, in particolare, le patologie associate all’invecchiamento della popolazione, quali le malattie degenerative (es. le demenze), infiammatorie (es. Sclerosi Multipla), neoplastiche e vascolari cerebrali (es. ictus e malformazioni).
La Neuroradiologia Interventistica è divenuta una componente indispensabile nella pratica clinica rivolta alla cura dell’ictus e nella terapia di molteplici patologie cerebro-vascolari, del massiccio facciale e del distretto vertebro-midollare.
La progressiva crescita di questa disciplina coinvolge operatori e strutture dedicate e riceve impulso da continui e condivisi risultati clinici, suffragati dalla pubblicazione di studi internazionali, basati sui riscontri ottenuti dall’attività di Centri di certificata competenza internazionale.
La Neuroradiologia Interventistica è una disciplina che necessita di appropriate conoscenze nell’ambito delle Neuroscienze, e di specifiche nozioni e capacità culturali, tecniche e manuali.
Al fine di ottenere il risultato clinico migliore, è inoltre necessaria la presenza e la coesistenza di particolari condizioni organizzative, strutturali e multidisciplinari. Queste riguardano sia apparecchiature e spazi di ricovero sia la presenza di un gruppo di specialisti in grado di lavorare in modo congiunto e coordinato.
La Neuroradiologia Interventistica comprende tecniche per il trattamento di patologie dell’encefalo, organi di senso, cranio e massiccio facciale, collo, midollo spinale, colonna vertebrale, strutture adiacenti e sistema nervoso periferico.
La terapia endovascolare neuroradiologica viene eseguita in ospedali dove è presente una Stroke Unit di 2°Livello, nei quali è garantita la presenza di una Neurochirurgia e di un servizio di Neuroradiologia Diagnostica h24 e del Neuroradiologo Interventista.
Il percorso formativo è complesso e articolato e deve essere condotto in centri ad elevato volume in modo da permettere di seguire e comprendere i diversi quadri clinici e le molteplici tecniche. Il percorso è affascinante e permette di entrare in contatto con realtà nazionali e internazionali, nonché permette di sviluppare competenze estremamente ricercate in Italia e all’estero.
Per tutte queste caratteristiche le Neuroradiologie sono inserite in Ospedali Universitari e Ospedali Hub di riferimento provinciale.
In questi Ospedali viene svolta attività chirurgica ed endovascolare in particolare per gli aneurismi cerebrali, le malformazioni artero-venose (MAV/FAV cerebrali, midollari e del massiccio facciale), sanguinamenti per traumi. Inoltre, è eseguita la trombolisi endovenosa e la trombectomia meccanica per la cura dell’ictus. Sono Centri in grado di gestire pazienti complessi, nonché di provvedere alle diverse specifiche complicanze. Eseguono interventi con tecniche percutanee per le patologie vertebrali quali biopsie, vertebroplastiche, ablazioni per fratture e tumori, e per patologie discali e articolari.

Survey 2018: Attività Neurovascolare in Italia 2016/2017