Notizie

Stroke: informati, conosci, previeni.

L’ictus è un’interruzione improvvisa di afflusso di sangue al cervello. E’ possibile riconoscerlo se improvvisamente compaiono uno o più dei seguenti sintomi: – braccio e gamba debole; – difficoltà nella vista; – improvvisa difficoltà nel parlare. E’ fondamentale agire con rapidità: annota l’ora di inizio dei sintomi e chiama il 118. Intervenire tempestivamente, può salvarti la vita. Spot Stroke

Intervista a Paolo Tortori Donati

Caro Paolo, nello spirito delle interviste AINR mischiamo un po’ sacro e profano, cercando di conoscerti meglio anche in alcuni aspetti privati oltre che professionali: Cominciamo? – Partiamo dalla tua infanzia e da un evento del tutto eccezionale che suppongo abbia ancora una risonanza (scusa il gioco di parole!) fondamentale nei tuoi primi ricordi: il naufragio dell’Andrea Doria di cui tuo …   [Continua la lettura]

Intervista a Ugo Salvolini

Caro Prof. Salvolini, caro Ugo, continuiamo con te le interviste ai personaggi della Neuroradiologia che hanno contribuito alla diffusione della nostra disciplina in Italia. Ecco le domande: 1 – Ti sei laureato a Roma e specializzato in Radiologia ed Oncologia, cosa ti portò a scegliere e dedicarti  alla Neuroradiologia? La scelta della Neuroradiologia risale agli ultimi anni di università. All’epoca mio padre, …   [Continua la lettura]

Sclerosi multipla

La malattia La sclerosi multipla (SM) è una malattia infiammatoria del sistema nervoso centrale (SNC) che colpisce la sostanza bianca (SB) dell’encefalo e del midollo spinale. La SB è costituita dagli assoni, prolungamenti neuronali che fungono da cavi conduttori, e dalle guaine mieliniche, che li rivestono e fungono da isolanti elettrici, permettendo un’adeguata conduzione dell’impulso nervoso dal cervello alla periferia …   [Continua la lettura]

Malattia di Alzheimer

La malattia La Malattia di Alzheimer (MA) rappresenta la più frequente patologia neurodegenerativa ed è responsabile del 60% delle demenze. La prevalenza della malattia aumenta con l’età e raggiunge il 15-20% nei soggetti di oltre 80 anni. Esistono sporadiche (95%) e forme familiari di MA, queste utlime a trasmissione autosomica dominante rappresentano una minoranza dei casi (5%) e sono caratterizzate …   [Continua la lettura]